Elettrico

Colonnine ricarica auto elettrica in Italia: dove sono, come si usano e costi

Colonnine ricarica auto elettrica in Italia dove sono, come si usano e costi

Continua a salire il numero di colonnine ricarica auto elettrica in Italia, grazie alla domanda crescente di auto elettriche da parte degli automobilisti italiani. Anche nel Belpaese, infatti, il processo di elettrificazione delle quattro ruote sta finalmente prendendo piede, grazie a una maggiore consapevolezza della questione ambientale e gli ecoincentivi predisposti dal governo per l’acquisto di veicoli elettrici (inclusi monopattini e biciclette). A seguire una breve guida sulle colonnine di ricarica per le auto elettriche, con le risposte alle domande più frequenti: dove si trovano, come si usano e i costi legati alla ricarica della batteria.

Dove sono le colonnine ricarica auto elettrica in Italia

In Italia ci sono più di 8 mila colonnine di ricarica per auto elettrica. Un numero destinato a crescere nei prossimi anni, considerato l’impegno da parte di Enel X di realizzare fino a 28 mila nuove colonnine di ricarica su tutto il territorio. Per trovarle è sufficiente collegarsi al sito di ciascun operatore (conosciuti con il nome di Mobility Service Providers), dove è presente una mappa recante i punti esatti dove sono posizionate le colonnine. Esistono poi siti esterni che offrono anche una comoda app grazie a cui consultare la posizione dei punti di ricarica per le auto elettriche. Tra i portali più famosi relativi al territorio italiano è possibile citare il sito colonnineelettriche.it, mentre se si viaggia in Europa il portale di riferimento è openchargemap.it.

Come usare le colonnine di ricarica

Le colonnine di ricarica possono essere installate anche nel proprio garage privato, assicurandosi lo stesso funzionamento rispetto alle comuni stazioni di ricarica presenti lungo la rete stradale italiana. Grazie alla colonnina di ricarica è possibile non solo tracciare i consumi ma anche regolare la potenza della carica stessa e ottenere una gestione da remoto. I tempi di ricarica variano in base alla potenza generata dalla colonnina. Se si prende come punto di riferimento la Nissan Leaf, uno dei modelli più venduti in Italia, la ricarica avviene tra i 60 e 120 minuti (i tempi sono riferiti all’utilizzo di una stazione di ricarica per auto elettriche di Enel X, che garantisce una potenza di 11 o 21 kW).

Costi della carica di un’auto elettrica

In relazione ai costi della ricarica della batteria di un’auto elettrica, sarebbe meglio parlare degli abbonamenti previsti dai diversi produttori che montano le colonnine nel territorio italiano. In genere un abbonamento mensile costa 25 euro e consente di eseguire quante ricariche si desiderano. Se si decide invece di installare una colonnina di ricarica nel proprio garage, 5 euro di elettricità garantiscono all’incirca un’autonomia compresa tra i 100 e 150 km. Se poi si opta per una colonnina pubblica senza la sottoscrizione di un abbonamento, si devono fare i conti con diverse tipologie di tariffa: si va da quella a consumo (kWh) a quella a tempo (minuto).

Autonomia di un’auto elettrica

Se si prendono in esame i vari modelli di auto elettriche in commercio attualmente, la media dell’autonomia di una batteria si attesta intorno ai 170-200 km. Esistono però modelli più performanti, come ad esempio la Tesla, che arrivano a sfiorare persino i 500 km di autonomia con una sola carica.